Assicurazione Moto e Scooter, cosa sapere e come risparmiare online

Pubblicato da in Assicurazione Moto

Chiunque sia proprietario di un ciclomotore (motorino, scooter, motociclo) è obbligato per legge a stipulare una assicurazione moto o scooter per tutelarsi dagli eventuali incidenti provocati durante la circolazione del mezzo.

La Legge 24 dicembre 1969 decreta che è indispensabile l’indennità per la Responsabilità Civile per tutti i veicoli (circolanti e non) che risiedono o vengono custoditi su spazi pubblici. In particolare ci si riferisce a: automobili, motocicli, autocarri, rimorchi, ciclomotori e barche.

La polizza di Responsabilità Civile consente il risarcimento, entro i limiti convenuti, di danneggiamenti involontariamente arrecati a terze parti durante la circolazione a bordo del motoveicolo assicurato.

assicurazione moto

La responsabilità civile non tutela  esclusivamente il proprietario del mezzo, ma chiunque, salvo diversamente scritto nel contratto assicurativo, sia alla guida dello stesso. La polizza Responsabilità Civile, rimborsa i danni fisici e materiali che l’assicurato può eventualmente arrecare a terzi durante la circolazione con il proprio veicolo.

La assicurazione moto RC, è quindi una copertura assicurativa, obbligatoria per legge, che tutela ed esonera l’assicurato in caso di sinistro con colpa, dall’obbligo di risarcire di in modo personale i danni causati dato che il rimborso avverrà dalla compagnia di assicurazione con la quale ha stipulato il contratto.

Quale è il limite di copertura della RC assicurazione moto ?

C’è un limite alla somma che l’assicuratore sborserà come risarcimento ai terzi danneggiati, il massimale viene stabilito tra la compagnia e l’assicurato al momento della stipula.

La legge stabilisce che vi sia un limite minimo al di sotto del quale non si può scendere:

  • il massimale minimo stabilito per legge è 2,5 milioni di euro per sinistro per danni a persone
  • il massimale minimo stabilito per legge è  € 500.000 per sinistro per danni alle cose.

La responsabilità civile non risarcisce il guidatore che ha provocato l’incidente anche nel caso dovesse subire lui stesso danni fisici. In questo caso infatti, volendo una polizza che tuteli anche il conducente del motoveicolo, si deve  aggiungere alla polizza la garanzia “Infortuni del conducente”.

E’ possibile inoltre in modo autonomo affiancare alla polizza RC altre garanzie accessorie che, a differenza dell’assicurazione di Responsabilità Civile, sono facoltative.

Tra le coperture facoltative disponibili per l’ assicurazione moto si può scegliere tra:

  • Incendio e Furto,
  • Kasko,
  • Collisione,
  • Atti vandalici,
  • Eventi atmosferici,
  • etc.

La sottoscrizione della polizza viene certificata dal tagliando e dal certificato di assicurazione , che deve essere conservato con cura e in caso di controllo da parte delle autorità di polizia, esibito. L’assicurazione di Responsabilità Civile copre, entro i limiti stabiliti, i danni involontariamente provocati ad altri dalla circolazione del ciclomotore assicurato.

Chi circola senza l’ assicurazione moto, rischia il sequestro della stessa e una sanzione che può arrivare fino a 2.754,15 Euro, ed inoltre in caso di sinistro, sarete tenuti a risarcire in prima persona i danni causati.

La polizza assicurativa più economica in assoluto non c’è e per questo in base alle caratteristiche del motoveicolo, e soprattutto di ogni guidatore, l’offerta più conveniente è da cercare tra le tante proposte commerciali offerte.

In questo caso, fare preventivi on line rispetto ai diversi contratti offerti è un elemento fondamentale per una comparazione semplice e diretta delle polizze a disposizione sul mercato in questo momento.

 

3 Commenti

Succ. »